Quando ci lascia un amico, una persona che ha condiviso il nostro stesso cammino, vorremmo che il mondo intero sapesse chi era, chi era veramente, senza lasciare che siano altri a parlare di cosa facesse, come si comportasse.

E tu, caro Alessandro, sei stato un caro amico per tutti noi.

Sei stato una persona gentile e dignitosa, che ha attraversato la vita della nostra scuola senza troppo rumore, ma con la delicatezza di chi comprende che ogni persona, alunno o collega che sia, ha un suo speciale valore.

È per questo che la tua morte, tanto inattesa quanto rapida, ci lascia un gran vuoto.

A nome di tutta la comunità scolastica voglio ringraziarti di averci regalato un pezzo della tua vita, della tua sensibilità, del tuo valore. E vorrei salutarti con le parole di Sant’Agostino, quando afferma che i morti non sono degli assenti, sono degli invisibili che tengono i loro occhi pieni di luce nei nostri pieni di lacrime.

Ciao Alessandro, tutti noi serberemo nel cuore la tua memoria

Damiano 

Inizio pagina